Risultato dei 6 mesi di prova dell’aspirapolvere Dirt Devil

L’apparecchio è arrivato ben imballato e una volta aperta la scatola ho trovato il corpo dell’aspirapolvere ed il tubo aspirante. Inoltre erano presenti ben 4 accessori a corredo. La spazzola per il parquet e pavimenti delicati, la spazzola per i pavimenti normali, la spazzola turbo per la pulizia a fondo dei tappeti e la spazzola per gli angoli e le zone difficilmente accessibili.

Il montaggio degli elementi è facilissimo e dopo qualche minuto ero pronto ad accendere l’apparecchio. La potenza aspirante è ottima ma la soddisfazione maggiore l’ho provata nella pulizia dei tappeti. La spazzola turbo è veramente efficace e pettina tutte le fibre in modo estremamente efficace. Me ne sono accorto osservando la polvere accumulata nel Contenitore polverecontenitore trasparente dell’apparecchio. Nonostante la casa sia sempre abbastanza pulita non ci ho messo molto a vedere lo sporco accumularsi nel contenitore. Ho quindi provveduto allo scarico della polvere: operazione molto facile che ha comportato lo sgancio del contenitore (un pulsante da schiacciare) e l’apertura della botola alla base del contenitore (un altro pulsante da schiacciare). Operazione completata in pochi scendi e senza sporcarsi le mani.

Un altro grande vantaggio dato dal contentitore trasparente è la possibilità di vere se per caso è finito dentro anche qualcosa che non doveva finirci. Ho ritrovati una catenina d’oro e diversi pezzi Lego dei miei figli che erano stati abbandonati sotto i divani di casa.

Ho quindi continuato ad utilizzare l’aspirapolvere giornalmente, per circa un’ora, per le successive 20 settimane (esclusi festivi ovviamente :)) al fine di verificare la possiibltà che il filtro si potesse intasare con consegunete diminuzione della potenza aspirante. Il risultato è stato entusiasmante. Non ho mai avuto bisogno di pulire il filtro limitandomi unicamente a svuotare il contenitore della polvere. Dopo tutto questo tempo l’aspirapolvere aspira ancora come il primo giorno e non ho registarato alcun segno di cedimento dei materiali che compongono l’aspirapolvere.

Unico neo di questo apparecchio è l’ingombro che però è tipico degli aspirapolvere a carrello (compreso Dyson) e che può essere risolto solo acquistando una scopa elettrica (che ingombra nettamente meno). Rispetto alla scopa elettrica l’aspirapolvere a carrello ha un peso durante l’uso nettamente minore visto che, durante la pulizia, si deve tenere in mano solo il tubo aspirante e non l’intero apparecchio. Inoltre la scopa elettrica non permette di raggiungere gli angoli più inaccessibli della casa che sono, per altro, proprio quelli dove normalmente si accumula più polvere. Quindi, nonostante l’ingombro, non sostituirei mai l’apirapolvere a carrello con una scopa elettrica.

Per concludere vorrei accennare la presenza di un utile accessorio per la pulizia dei materassi che non è normalmente presente come accessorio standard dell’aspirapolvere ma che può risultare molto utile per chi soffre di allergie da acari. Questo apparecchio, oltre ad aspirare, elimina gli acari utilizzando una lampada UV.

La luce UV viene utilizzata per sterilizzare gli oggetti e ridurre la carica batterica e più in generale la presenza di organismi patogeni.

Con poche passate saremo quindi in grado di rimovere lo sporco che normalmente si accumula tra le fibre del materasso e gli acari che aimè altrettanto normalmente proliferano sui materassi. Chi si accorge della presenza degli acari sono in primis i soggetti allergici ma siccome non mi piace condividere il letto con questi sgradevoli ospiti ho preferito acquistare questo accessorio speciale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *