Aspirapolvere a batteria: prezzi, consigli e recensioni dei migliori

L’aspirapolvere tradizionale è scomodo sia per le dimensioni dell’apparecchio sia per la fastidiosa presenza del filo di alimentazione.  Non sarebbe più comodo avere un aspiratore compatto e senza fili? La soluzione è quella di dotarsi di un aspirapolvere a batteria ed il migliore prodotto attualmente disponibile per durabilità ed efficacia risulta essere il Dyson DC45.

Si tratta di una scopa elettrica con un tempo di funzionamento di circa 20 minuti, capace di pulire circa 60/80 mq. La batteria al nickel, manganese e cobalto permette tempi di ricarica ridotti (circa 30 minuti), assolutamente compatibili con il tipo d’uso previsto per questa scopa elettrica. Il DC45 è un apparecchio adatto alla pulizia giornaliera laddove non si prevede di soffermarsi troppo “sui dettagli”. Non è quindi un sostituto dell’aspirapolvere tradizionale (alimentato a 220 V.) in quanto non è stato concepito per sedute di pulizia prolungate.

Un ulteriore vantaggio è la presenza di una stazione di ricarica dalle dimensioni contenute che può essere fissata a parete. In questo modo sarà sufficiente appendere l’apparecchio alla stazione per avviare la ricarica con un ingombro complessivo davvero ridotto.

Per il resto il Dyson DC45 è una modello che adotta il medesimo trattamento ciclonico dell’aria già proposto con grande successo negli apparecchi a filo della stessa marca. Inoltre l’apparecchio viene fornito di un comodo set di accessori tra i quali spicca la spazzola per i tappeti che tanto ha reso felici i clienti Dyson.

Fin qui abbiamo parlato di vantaggi; passando agli aspetti negativi segnaliamo in primo luogo il costo che risulta, purtroppo, in linea con i prezzi degli altri apparecchi Dyson. Non spenderete meno di 290/320 euro per questo gioiellino.

Altro aspetto negativo è la necessità di tenere sempre premuto il pulsante di avvio durante tutta la seduta di pulizia. Sarebbe stato più comodo se l’apparecchio fosse stato dotato di un secondo pulsante di tipo tradizionale.

In conclusione, se stiamo cercando un aspirapolvere da passare giornalmente in giro per casa per la pulizia di pavimenti, mobili, divani e magari per pulire l’automobile, questo apparecchio è la scelta ideale mentre se cerchiamo un apparecchio per le pulizie quotidiane solo dei pavimenti potremmo pensare anche all’acquisto di un “robot aspirapolvere”.

I prezzi dei robot aspirapolvere sono scesi molto negli ultimi tempi e la loro efficacia è notevolmente aumentata.

Aspirapolvere Dyson vs Folletto

Se proprio vogliamo acquistare un aspirapolvere di marca e spendere qualche soldo in più allora la scelta può cadere sui noti marchi Folletto o Dyson

Il primo rappresenta un classico che viene tramandato di generazione in generazione senza particolari note di demerito. Il problema è il prezzo che lascia esterrefatti e risulta essere sostanzialmente ingiustificato per un apparecchio che di tecnologico ha ben poco.

In effetti acquistando il Folletto non si paga solo l’apparecchio ma anche la rete di vendita che, con la formule ben nota del Multilevel marketing, da una parte garantisce al produttore una capillare presenza sul territorio ma dall’altra comporta costi rilevanti. E ovviamente questi costi li paga chi acquista l’aspirapolvere della Vorwerk.

L’apparecchio è la classica scopa elettrica a sacchetto dal peso non eccessivo ma poco funzionale quando si deve pulire sotto i letti e negli angoli difficilmente raggiungibili. Il problema è insito nella stessa struttura allungata e rigida del Folletto che non permette un accesso comodo.

Per il resto questo prodotto fa il suo lavoro in modo onesto.

Venendo all’aspirapolvere della Dyson, vediamo subito che si tratta di un aspiratore a carrello con ingombri orizzontali superiori al Folletto ma con il vantaggio di avere il tubo di aspirazione flessibile e comodamente utilizzabile anche sotto i letti e divani.

Il vero punto di forza è la tecnologia di trattamento dell’aria aspirata. L’aria carica di polvere e residui più o meno grandi viene convogliata in un contenitore circolare dove, sfruttando la forza centrifuga, viene separata dai residui più grandi. Successivamente l’aria viene fatta transitare in centrifughe più piccole per separarla dalle particelle di polvere ancora più fini. In ultimo l’aria passa per un filtro e viene re-immessa nell’ambiente esterno.

Il processo interno di depurazione dell’aria è così efficace da non necessitare continue pulizie del filtro che negli aspirapolvere tradizionali rappresenta uno dei principali problemi che causa la riduzione della capacità aspirante degli apparecchi.

Si tratta quindi di un prodotto consigliato con l’unica nota dolente relativa al prezzo ed agli accessori il cui costo è significativo. In tal senso vale la pena preferire un modello come il Dyson DC33 Aspirapolvere Multifloor che comprende anche l’utile accessorio per la pulizia dei tappeti.